“Il momento migliore per piantare un albero è vent’anni fa. Il secondo momento migliore è adesso.”
Confucio

L’amore si fa rumore nel silenzio della notte. Sospira parole di vita, si infrange sugli scogli di indifferenti sguardi. Cresce negli sguardi discreti degli sposi Virginia e Michele. Si abbandona alle fragilità dell’aria per tornare terra, tra le radici di un solitario albero volto col suo corpo alle carezze collinari. Si accarezzano la pelle gli amanti nel giorno di promesse future, per volgere gli occhi su un presente ubriaco di pensieri. Danzano le delicate ali di una farfalla accompagnando i passi degli sposi verso la festa, dove le tenere lacrime di sposa scendono commosse asciugate dalle labbra forti del suo sposo nel finale di immagine.

Leave A

Comment